WELCOME TO THE HUMAN AND SPORT ADVENTURE OF AN OCEAN SAILOR

BIOGRAFIA


Andrea Fantini, nato nel 1982 a Ferrara, scopre la passione per il mare fin da ragazzo, con le prime uscite sulla barca di famiglia. Il 2006 è l’anno della sua prima traversata atlantica: da allora naviga senza sosta attraversando gli Oceani e macinando record, a bordo di barche prestigiose come il Class 40 e il Maserati VOR70 di Giovanni Soldini.

Per Andrea ora è il momento di lavorare duramente per il suo progetto personale: prendere parte alle regate oceaniche più prestigiose del mondo, a partire dalla Transat Jacques Vabre 2017 e dalla Route du Rhum 2018. Il suo sogno è la Vendée Globe: il giro del mondo in solitario, senza scalo né assistenza.

IL PROGETTO


Andrea Fantini ha un sogno, un sogno diventato un progetto sportivo e umano: la Vendée Globe, la regata più estrema in assoluto. Ma per un progetto così complesso l’abilità di skipper, da sola, non basta: bisogna costruire un team, reperire risorse e competenze e incontrare partner che accettino la sfida.

Nel biennio 2017-2018 sono in programma due tappe fondamentali, entrambe su Class 40. La prima, in doppio, è la Transat Jacques Vabre (Le Havre-Salvador de Bahia); la seconda è una delle regate in solitaria più prestigiose, la Route du Rhum 2018 (Saint-Malo-Guadalupa).

In questo cammino è cruciale l’incontro con Alberto Bona, skipper italiano di grande esperienza, con un palmares di tutto rispetto soprattutto nel circuito Mini. Gareggiando insieme alla Giraglia Rolex Cup di giugno 2017, Andrea e Alberto conquistano un ottimo piazzamento ma soprattutto pongono le basi per una collaborazione fatta di esperienze diverse e complementari, obiettivi comuni, risorse condivise e stima reciproca, che ne fanno un duo “atipico” nel panorama dei velisti oceanici italiani.

 

LA BARCA


I monoscafi Class 40 sono barche da corsa dalle alte prestazioni, concepite principalmente per regate costiere, d’altura e oceaniche in solitaria o in equipaggio ridotto. In merito al design, il Class 40 si colloca come misura tra barche “piccole” come il Mini 6.50 e il Figaro 2 e i più grandi e potenti IMOCA Open 60.

I Class 40 possono essere progettati da chiunque a patto che la barca rispetti le misure definite dal regolamento, il quale è formalizzato in una box rule, un set di parametri sviluppato e costantemente aggiornata dalla Class 40 Association, che ha anche il compito di organizzare e coordinare gli eventi.

Le barche sono costruite in semi-serie o custom e la Classe detta le regole perché siano mantenute a costi accessibili, limitando materiali esotici (es. carbonio) e le tecnologie presenti invece su barche estreme come gli IMOCA 60. La Classe è molto attiva in Europa e in crescita in Nord America, con un discreto numero di skipper professionisti, sebbene anche a livello amatoriale continui ad aumentare, così come la navigazione in solitaria o in equipaggio ridotto che è un settore in grande ascesa nella vela.

Il Class 40 su cui navigherà Andrea per la Transat Jacques Vabre 2017 e la Route du Rhum 2018 è il numero 55 “Magalé”, il Tyker40 progettato nel 2007 da Guillaume Verdier, architetto famoso in tutto il mondo, e costruito a Lorient insieme al boatbuilder François Robert per Giovanni Soldini. Più tardi, Soldini sarebbe diventato il mentore di Andrea navigando insieme intorno al mondo sul VOR70 Maserati.

Il numero 55 rappresentò, 10 anni fa, un concetto completamente nuovo di Class 40 in termini di progetto e costruzione: era veloce e negli anni si è confermato resistente come una roccia e molto maneggevole. Con alcuni aggiornamenti tecnici, un refit attento, tecnologie all’avanguardia per la produzione di energia da fonti rinnovabili e sistemi innovativi per il calcolo e l’ottimizzazione del consumo, Magalé è la dimostrazione della legge delle 3 R: progetta e costruisci un buon prodotto all’origine, poi Riutilizza, Ripara, Ricicla.

 

L'EQUIPAGGIO

Andrea Fantini

Skipper

- O -

Ferrarese, classe ’82, ha attraversato gli Oceani su Class 40 e sul Vor70 capitanato da Giovanni Soldini. Quando non è a bordo, Andrea sale su una tavola da surf e va a caccia di onde.

Alberto Bona

Skipper

- O -

Torinese, classe ’86, navigatore di grande esperienza, dal palmares prestigioso soprattutto nel circuito Mini. Quando torna a casa, macina chilometri sulla sua enduro, gioca a tennis o suona la batteria.

LO SHORETEAM

Marco
Calatroni

Project Manager

- O -

Professionista di marketing, sponsor e comunicazione, ha lavorato su diversi progetti legati alla vela.

Igor
D'India

Onboard reporter

- O -

Videomaker esperto di outdoor, è ideatore, autore e protagonista di numerosi documentari d’avventura.

Valentina
Neri

PR & Communications

- O -

Giornalista focalizzata su ambiente e sostenibilità, addetta stampa, digital strategist e content specialist.

Vincenzo
Cancemi

Designer

- O -

Visual e Product designer, progetta e sviluppa sistemi di identità visiva, prodotti e strategie di comunicazione.

Agnese Decarlo

Agnese
Decarlo

Finance & Accounting

- O -

Commercialista e consulente, due Master in Management e una grande passione per il mare e la vela.